Traduci sito:

itzh-CNenfrdejaptrues

Portali scolastici

ministero istruzione

pnsd

scuola-chiaro

sidi

fse 2014-20

pon in chiaro

indire

testata scuola2


A.F.M. con Specializzazione in Management dello Sport

Con l’attivazione di questa nuova specializzazione all’interno dell’indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing” del settore Economico dell’Istituto Tecnico, si intende andare incontro all’esigenza, piuttosto diffusa tra i giovani e avvertita anche dalle famiglie, di conciliare l’interesse e la pratica sportiva con la formazione e l’istruzione scolastica. Da parte dell’Istituzione scolastica, invece, si avverte la necessità di favorire la cultura sportiva come valido strumento di promozione dei valori della solidarietà e dell’integrazione culturale e di prevenzione del disagio giovanile e della dispersione scolastica, attraverso un percorso che, utilizzando l’autonomia e la flessibilità, rese possibili dalla normativa vigente, si candida a diventare buona pratica didattico-metodologica nell’ambito dell’innovazione.

Grazie a questo progetto, infatti, si intende trasformare l’ambiente scolastico in luogo stimolante e trainante per tutti poiché, intervenendo anche sul quadro orario e sulla curvatura di tutte le discipline, amplia il concetto di scuola come luogo di studio e di crescita, puntando su una visione della cultura come modo di agire, di essere, di sentire e di fare esperienze.

L’attuazione del progetto è resa possibile grazie anche all’applicazione della normativa vigente sull’Autonomia Scolastica che consente l’utilizzo di una quota del curriculo per realizzare una didattica modellata su specifiche esigenze formative del territorio e richieste dall’utenza.

Finalità

La scuola non è educazione, cultura e, poi, anche sport. Essa è “educazione, cultura e sport”. Sport inteso come miglior utilizzo dell’energia, come se corpo, mente e cuore fossero polarizzati nella direzione indicata dal principio morale, privilegiando la mutua collaborazione e rifiutando gli impulsi egoistici, perché tutti i ragazzi devono crescere e progredire insieme. Il progetto di specializzazione sportiva (in Management dello sport) dell’Indirizzo AFM offre ampio spazio alla pratica sportiva anche per favorire il processo di socializzazione con l’acquisizione di valori, regole, norme, atteggiamenti e comportamenti condivisi dal gruppo sociale di appartenenza. L’apertura al territorio, alle associazioni, agli enti locali, agli enti di promozione sportiva, alle Università e alla Federazioni creerà una rete sociale in cui ogni studente potrà sentirsi parte di un tutto, contribuendo a potenziare le relazioni sociali significative. Finalità fondamentale è costruire un percorso formativo ed educativo nel quale la cultura e la pratica sportiva possono diventare:

  • Percorso del benessere psico-fisico da utilizzare per tutti gli alunni, compresi i diversamente abili, in ogni momento della vita scolastica;
  • Momento di confronto sportivo;
  • Momento di sensibilizzazione e di prevenzione rispetto ai fenomeni legati al doping;
  • Strumento di diffusione dei valori positivi dello sport e di integrazione tra ragazzi di diversa provenienza culturale, sociale e geografica;
  • Strumento di prevenzione della dispersione scolastica.

Obiettivi didattici

  • Promuovere e diffondere la conoscenza di diverse discipline sportive, sia nell’attività curriculare delle Scienze motorie e sportive sia in quella di approfondimento. Verranno offerte numerose possibilità di pratica sportiva grazie sia alle convenzioni con le società sportive del territorio sia alle conoscenze specifiche dei docenti di Scienze motorie.
  • Approfondire, in tutte le discipline, tematiche collegate al mondo dello sport, operando significativi collegamenti interdisciplinari, partendo anche dall’esperienza personale e dal vissuto degli allievi.
  • Potenziare la qualità delle esperienze motorie.
  • Prevenire la dispersione scolastica.
  • Prevenire il disagio e il bullismo mediante la cultura del rispetto delle regole, del compagno e dell’avversario.
  • Rendere gli studenti consapevoli delle proprie potenzialità e dei propri limiti.
  • Potenziare l’autonomia e la capacità di assumersi responsabilità.

Alla fine del quinto anno, gli studenti, oltre a sviluppare le competenze previste dal profilo di riferimento (AFM), saranno in grado di:

  • Organizzare e gestire eventi ed enti sportivi sia dal punto di vista manageriale sia negli aspetti amministrativi, contabili e fiscali;
  • Gestire impianti sportivi;
  • Organizzare e gestire risorse umane negli ambiti sportivi.

Obiettivi specifici:

  • Acquisizione e sviluppo di capacità e competenze trasversali e manageriali
  • Acquisizione e sviluppo di capacità e competenze manageriali e decisionali

Strumenti per la realizzazione degli obiettivi previsti:

  • Organizzazione curriculare flessibile, con l’utilizzo della quota del 20 per cento del curricolo per percorsi formativi mirati in tutte le discipline
  • Programmazione curriculare tarata sui bisogni formativi degli alunni, in particolare per gli atleti ad alto livello agonistico e per gli studenti BES e DSA
  • Integrazione nella didattica di iniziative non formali che promuovano l’apprendimento in situazione e supportino la motivazione

Sport e formazione

La proposta didattica, infatti, riconosce alla pratica sportiva un valore formativo aggiunto che rafforza la sicurezza e l’autostima personale e viene realizzata con la collaborazione di numerosi soggetti istituzionali. Nell’arco dei cinque anni verranno praticati moduli sportivi di rugby, nuoto, tiro con l’arco, autodifesa, scherma, atletica, volley, beach volley, pugilato, scacchi, tennis, basket, calcio, vela, equitazione, badminton, curati da esperti qualificati delle Federazioni Sportive, affiancati dal docente di Scienze Motorie. Le discipline sportive saranno scelte appositamente per favorire lo sviluppo del benessere psicofisico dello studente nella delicata fase di crescita adolescenziale.

Attività

Gli studenti parteciperanno a tornei e ad eventi sportivi. Per le classi IV e V si organizzeranno incontri con specialisti del mondo dello sport, tra cui giornalisti, docenti universitari, atleti. La pratica sportiva verrà affrontata sia nell’aspetto pratico sia in quello teorico. In classe, verranno studiati argomenti di anatomia, fisiologia e cinesiologia, primo soccorso, alimentazione sportiva e management. Si svilupperanno, inoltre, numerosi temi riguardanti il mondo sportivo (le figure, i campioni e le professioni nel mondo sportivo, il giornalismo e la comunicazione, il sistema sportivo nazionale e internazionale, il fair play) che verranno trattati in maniera trasversale dalle discipline d’indirizzo. A conclusione del percorso di studi, la scuola rilascerà il diploma integrato dalle competenze specifiche acquisite dallo studente. Tali competenze permetteranno al diplomato di accedere a percorsi universitari di varia natura (Facoltà di Scienze Motorie, lauree triennali della facoltà di Medicina e Chirurgia, Facoltà del settore Economico-giuridiche) o direttamente al mondo del lavoro.

Sbocchi Professionali e di studio

La preparazione e il tipo di formazione acquisite permettono di proseguire con successo gli studi universitari, oltre che nei corsi di laurea di settore specifico (Scienze Motorie, Sport e Salute; Scienza, tecnica e didattica dello sport; Scienza dell’attività fisica per il benessere; Scienze e Tecnologie del Fitness e dei prodotti della Salute…), in tutti i corsi di laurea ad indirizzo medico, scientifico e tecnologico.

L’indirizzo apre, inoltre, un ampio ventaglio di possibilità nello sport business, nel management dello sport, nel giornalismo sportivo e nelle professioni legali nello sport, ma anche e soprattutto in tutti quei settori dove è necessaria la presenza di: 

  • preparatori fisici esperti nella programmazione e nella conduzione dei programmi di allenamento;
  • esperti da utilizzare nell’ambito di palestre, gruppi sportivi e centri di benessere, con competenze professionali di natura multidisciplinare, finalizzate allo sviluppo e mantenimento del benessere psicofisico;
  • organizzatori e coordinatori di eventi sportivi agonistici e di tipo amatoriale e di attività fisica di carattere ricreativo, educativo, sportivo, in strutture pubbliche e private;
  • consulenti di società ed organizzazioni sportive, dirigenti, gestori di palestre e centri sportivi pubblici e privati;
  • consulenti per le strutture impiantistiche e dello sport sul territorio; operatori nella comunicazione e gestione dell’informazione sportiva.
  • Il percorso permette l’iscrizione a qualsiasi corso di laurea universitario.
  • 5. card sport 01

Ultime Circolari e Avvisi